• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  •  Contatti
  •  Richiesta preventivo

Peschici

Nella parte più settentrionale del Gargano, tra le ultime pendici del Monte Pucci e Torre di Sfinale, sorge Peschici.

Considerata a ragione la "perla del Gargano", Peschici deve il nome alla sua posizione, che la vede adagiata su una rupe a picco sul mare (Peschici significa infatti "rupe a picco"). Reperti archeologici di recente rinvenimento attribuiscono al territorio di Peschici origini preistoriche e protostoriche che addirittura lasciano ipotizzare l'esistenza nel suo sito dell'Homo Primigenius. Da altri reperti si evince che un centro abitato ebbe vita nell'epoca greco-dauna e nella successiva epoca romana.

 Peschici

Perché visitare Peschici

Ai piedi della rupe la costa è ricca di grotte ed insenature che si alternano ad ampie spiagge dorate. Lungo il tratto di costa fino a Vieste calette nascoste e baie stupende si aprono all'improvviso nella rocciosa costa garganica. Baia San Nicola, Baia di Manacora, spiaggetta di Cala Lunga, Baia del Turco e soprattutto la selvaggia Zaiana - detta anche la spiaggia dei giovani per via dei party sfrenati durante le notti d'estate - offrono al visitatore una varietà di paesaggi e stili di vita difficilmente riscontrabili in altre zone del promontorio. Un giro per il centro storico di Peschici equivale ad un fitto districarsi tra viuzze e costruzioni bianche, sormontate da cupole caratteristiche che attribuiscono alla cittadina garganica una connotazione architettonica di stile moresco. Botteghe d'artigianato locali e negozi di souvenir si alternano a chiese e palazzi di interesse storico, come il Castello a picco sul mare, una fortezza eretta dai Normanni nella seconda metà dell'anno Mille, o la Torre del Ponte, roccaforte utilizzata dalle diverse dominazioni che si susseguirono. Ad un chilometro dall'abitato c'è la Chiesa di Santa Maria delle Grazie (ex Basilica di Calena), un impianto conventuale, costituito da due chiese, che si caratterizza come uno dei più importanti monumenti del Gargano, aperto al pubblico solo l'8 settembre.

 

Leggende e curiosità

Le prime notizie su Peschici risalgono al Medioevo, durante la dominazione araba in Sicilia, allorquando l'imperatore germanico Ottone I dispose una catena difensiva contro gli Arabi in espansione, ordinando agli Schiavoni e ai Dalmati di popolare le zone costiere. Lo stesso fece Ottone II, anche se con minore fortuna, contro i vincitori Saraceni, i superstiti Dalmati e Schiavoni si confusero poi con la gente indigena.

Successivamente Peschici ricompare come una delle tappe ristoratrici e di rifornimento dei Crociati, e quindi sotto la giurisdizione della potente Abbazia benedettina delle Isole Tremiti.

QuiGargano.it

La guida online del Gargano, in cui puoi trovare da dove dormire a dove mangiare e tutti i più bei posti da visitare, gli itinerari turistici, naturalistici, religiosi, enogastronomici.
QuiGaqrgano.it è rivolto in modo particolare al turista, al viaggiatore e all'escursionista che vuole visitare e vivere questo meraviglioso territorio.

Contattaci

Contattaci per info o per inserire la tua struttura o attività su QuiGargano.it

Email :
info@quigargano.it
-------------------------------
156 Visitatori online

Top